Passa ai contenuti principali

Storie, numeri e aneddoti sull’Academy Award of Merit. La notte degli Oscar.








Voi sapete che Meryl Streep è la regina degli Oscar ? E sapete quale personaggio immaginario ha guadagnato il maggior numero di nomination ? Su Digg, il più famoso social bookmarketing della rete, Ashley Mateo stila una piccola guida sulla statuetta più sognata in queste notti.
Secondo la giornalista, Walt Disney è la persona con il maggior numero di nomination e premi nella storia degli Oscar : 59 nomination e 26 statuette. Un film “sweep” di questa edizione potrebbe essere "12 Years A Slave" infatti sembra che potrebbe vincere le cinque categorie più importanti : Miglior Film, Miglior Regista , Miglior Attore , Miglior Attrice e Miglior Sceneggiatura, l'ultimo film ad ottenere questo risultato è stato "Il silenzio degli innocenti" nel 1991.
 Nel 1929, l' anno della prima cerimonia , il biglietto costava solo $ 5 e 270 persone hanno partecipato alla prima edizione dell' Academy Awards  presso l' Hollywood Roosevelt Hotel. La prima edizione durò 15 minuti e furono assegnate 15 statuette .






Meryl Streep  Illustrazione: Lindsay Mound

Meryl Streep è la più grande attrice vivente con più nomination agli Oscar, ne ha collezionate ben 18, vincendone solo tre: nel 1979, 1982 e 2011. Quest’anno potrebbe arrivare il suo quarto Oscar con il film "August : Osage County"
L’unico che ha battuto Meryl Streep è il compositore John Williams che ha ottenuto 49 nomination entrando nel guiness degli uomini più nominati nella storia degli Oscar, anche  quest'anno Williams è in nomination per la colonna sonora di "The Book Thief ".
La dicitura esatta del premio è "Academy Award of Merit" mentre Oscar è il soprannome arrivato  nel 1939, dieci anni dopo la prima cerimonia. Secondo l’annunario dell’ Academy, il soprannome è opera di uno dei bibliotecari che nel 1930 dichiarò che la statuetta somigliava a suo zio Oscar.  In tutta la storia degli Oscar c’è  stato un solo vincitore con il nome Oscar  ed è Oscar Hammerstein II , compositore due volte nella sezione migliore canzone .
Il maggior numero di Oscar vinti nella storia è di 11 statuette, il primato è abbinato a ben tre film: “Ben Hur” nel 1959, “Titanic” nel 1997 e "Il Signore degli Anelli :  Il ritorno del Re " nel 2003. La menzione dei film "perdenti" agli Oscar vanno a  "The Turning Point" 1978, "Il colore viola " 1986. Entrambi ottennero 11 nomination senza portarne a casa nemmeno uno. Un altro record imbattuto è quello detenuto da Kevin O’Connell tecnico del suono che dal 1983 ha ottenuto sempre una nomination totalizzandone 20 senza vincere mai. L'Accademia ha smesso di usare " And the winner is ..." nel 1988 , scegliendo la formula più elegante di " And the Oscar Goes to… ". Solo nel 2010 si torna alla vecchia frase con i produttori Bill Mechanic e Adam Shankman
La cerimonia televisiva più breve è stata nel 1958 con una durata di un'ora e 40 minuti .
Per tre anni, durante la Seconda Guerra Mondiale , l' Oscar è stato dipinto di color oro invece di essere placcato in oro. Dal 1950  il vincitore dell’Oscar e l’Accademy siglano un accordo che impegna il vincitore, qualora volesse vendere la statuetta, a versare all’Accademy la somma di 1 dollaro. Il vincitore che non firma l'accordo non può conservare la statuetta .
Alcune statuette vinte in passato sono finite all’asta: Steven Spielberg ha acquistato nel 2001 l’Oscar di Bette Davis per 578 mila dollari per donarla all'Accademy, nel 1999 Michael Jackson pagò oltre un milione di dollari per il premio di David O. Selznick produttore di Via col Vento e Rebecca.
Non tutti i film rientrano nelle nomination, i  film usciti in primavera o estate secondo l'Accademy non hanno lo stesso valore artistico di quelli distribuiti in autunno e inverno e per  questo non possono entrare nelle nomination.






Jennifer Lawrence  Illustrazione: Lindsay Mound

Jennifer Lawrence è la più giovane attrice, con i suoi 23 anni, ad essere stata nominata già tre volte come miglior attrice. Quest’anno è in lizza per i ruolo in “American Hustle”.
Nel marzo 2000 furono rubati 55 Oscar, 52 sono stati restituiti, uno è stato scoperto tre anni più tardi in un raid di droga a Miami e due ancora non sono stati ritrovati.
La serata degli Oscar solo in tre casi non è andata in onda come programma TV: nel 1938 , a causa di gravi inondazioni a Los Angeles, nel 1968 dopo l'assassinio di Martin Luther King Jr. e nel 1981 a seguito di un attentato al presidente Ronald Reagan .
Il discorso di ringraziamento non può durare oltre 45 secondi e non si deve parlare di politica. Il discorso più breve di ringraziamento va a ... Alfred Hitchcock che accettò il premio Irving Thalberg per l'eccellenza creativa dicendo semplicemente "Grazie ". A differenza di Jonathan Demme che  nel 1992 durante la premiazione de "Il silenzio degli innocenti " usò la parola "uh" quasi 40 volte in un discorso di cinque minuti . In tutte l’edizioni degli Oscar, solo tre film d'animazione sono stati nominati per il miglior film: "Beauty And The Beast ", " Toy Story 3" e " Up" .










Martin Scorsese  Illustrazione: Lindsay Mound



 Rari i casi di exquo nella assegnazione degli Oscar: 1969 Katharine Hepburn e Barbra Streisand si aggiudicarono la statuetta come migliore attrice (Il Leone d’Inverno  - Funny Girl) altri due casi si sono verificati esattamente nella categoria miglior documentario e una sola volta nella sezione Best Live Action Short Film . Judi Dench con “Filomena” raggiunge la settimana nomination come miglior attrice, le sette le nomination sono arrivate dopo che Judi Denche aveva compiuto 63 anni . A Martin Scorsese il primato di aver diretto 20 attori e attrici nominati agli Oscar.  Amy Adams è l'unica attrice candidata agli Oscar 2014 che non ha mai vinto una statuetta come migliore attrice. 













Gli Italiani che hanno vinto gli Oscar sono molti: Quattro sono stati vinti solo da Vittorio De Sica -Film straniero per Sciuscià (1948), Ladri di biciclette (1950), Ieri, oggi e domani (1965) e Il giardino dei Finzi Contini (1972) e  Federico Fellini -Film straniero per La strada (1957), Le notti di Cabiria (1958), 8½ (1964), e Amarcord (1975).

De Sica, Fellini, Benigni cinema.fanpage.it 

Tre Oscar sono andati a: Giorgio Moroder - Colonna sonora per Fuga di Mezzanotte (1978), canzone per Flashdance (1983) e Top Gun (1986)- Milena Canonero -Costumi per Barry Lyndon (1975), Momenti di gloria (1981) e Maria Antonietta (2006)- Carlo Rambaldi -Effetti speciali per King Kong (1976), Alien (1979) e E.T. (1983)- Dante Ferretti e Federica Lo Schiavo-  Scenografia per L’aviatore (2005), Sweeney Todd (2008) e Hugo (2012)- Vittorio Storaro - Fotografia per Apocalypse now (1980), Reds (1982) e L’ultimo imperatore (1988)-
Due Oscar li hanno vinti: Piero Gherardi - Costumi bianco e nero per La dolce vita (1962) e  (1964)-  Vittorio Nino Novarese - Costumi per Cleopatra (1964) e Cromwell (1971).
Danilo Donati - Costumi per Romeo e Giulietta (1969) e Il Casanova di Federico Fellini (1971).
Pietro Scalia - Montaggio per JFK (1992) e Black hawk down (2004), Roberto Benigni -  Film straniero e attore per La vita è bella (1999), Sofia Loren - Attrice per La ciociara (1962) e Oscar alla carriera (1991), Bernardo Bertolucci - Film e sceneggiatura non originale per L’ultimo imperatore (1987).

Anna Magnani - La Rosa Tatuata (1955)
Un Oscar per:  Anna Magnani -Attrice per La rosa tatuata (1955). Pietro Germi, Ennio De Concini, Alfredo Giannetti - Sceneggiatura originale per Divorzio all’italiana (1963).
Elio Petri - Film straniero per Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto (1971).
Ennio Morricone - Carriera (2007), Giuseppe Tornatore - Film straniero per Nuovo Cinema Paradiso (1990), Gabriele Salvatores - Film straniero per Mediterraneo (1992).
Pasqualino de Santis - Fotografia per Romeo e Giulietta (1969).
Nino Rota - Colonna sonora per Il padrino parte II (1974), Gianni Quaranta e Elio Altamura
Scenografia per Camera con vista (1987), Ferdinando Scarfiotti, Bruno Cesari, Osvaldo Desideri - Scenografia per L’ultimo imperatore (1988), Gabriella Cristiani-Montaggio per L’ultimo imperatore (1988), Manlio Rocchetti Trucco per A spasso con Daisy (1989), Francesca Squarciapino Costumi per Cyrano de Bergerac (1991), Luciana Arrighi Scenografia per Casa Howard (1993), Gabriella Pescucci Costumi per L’età dell’innocenza (1994), Nicola Piovani - Colonna sonora per La vita è bella (1999).
Dario Marianelli Colonna sonora per Espiazione (2006), Mauro Fiore Fotografia per Avatar (2010), Michael Giacchino Colonna sonora per Up (2010),  Giacchino, che è nato negli Stati Uniti, è diventato cittadino italiano nel 2009.

Ci sono però anche alcuni grandi del cinema italiano che l’Oscar non lo hanno mai vinto: tra cui Mario Monicelli candidato 6 volte ma mai vincitore, Sergio Leone e Dino Risi, che non hanno ricevuto nemmeno una candidatura.


Post popolari in questo blog

Moldavia, Russia e Italia, bloccano la finale degli Europei WDC Latin Professional. Giovani promesse Italiane FIDA conquistano Blackpool Junior.

La finale del Campionato Europeo WDC Professional Latin 2017 è stato dominato dalla Russia e l’Italia, tre coppie Russe e tre coppie Italiane. Sul Podio Dorin Frecautanu & Marina Sergeeva, Kirill Belorukov & Polina Teleshova, Nikita Brovko & Olga Urumova , tallonate dalle italiane Nino Langella & Andra Vaidilaite, Emanuele Soldi e Elisa Nasato, Massimo Arcolin Laura Zmajkovicova, ultime due Professionisti FIDA. Con stupore l’esclusione dalla semifinale di Stefano Moriondo & Daria Glukhova, coppia meritevole e forse penalizzata per colpe non proprie .


Il Palazzo del Cremlino nel cuore di Mosca è stata la cornice perfetta per ospitare uno spettacolare Campionato Europeo di Danze Latino Americane. L’organizzazione è stata affidata alla Federazione Russa dei professionisti presieduta dal maestro Stanislav Popov, il quale ha ricoperto egregiamente il ruolo di Maestro di Cerimonie, le coppie iscritte si sono esibite su musiche live eseguite da due band: "Seven Winds&…

Trofeo Tuscia: Successo e professionalità decretano la leadership nel Centro Italia

Colleferro. Campionato assoluto Italiano Amateur League WDC Italy- Fida e Fida Italia mettono in pista la qualità.

FIDA, FIDAItalia, Fida Professional e AIMB, per la prima volta si sono incontrate e confrontate a Colleferro in un clima di distensione e armonia. Caterina Arzenton, padrona di casa, e vice presidente FIDA ha accolto il presidente FIDA-AIMBNicola Amato, i due nel reciproco rispetto e affetto hanno espresso pubblicamente la soddisfazione di aver unito le due federazioni per lo sviluppo della danza in Italia, mettendo in prima linea i ballerini in molti iscritti a questo primo Campionato Assoluto Italiano WDC Amateur League WDC-Italy. In un momento delicato, come quello che sta vivendo la nostra nazione nel settore danza, i due dirigenti hanno dichiarato pubblicamente che a poco servono proclami o parole enfatiche per reclutare ballerini e maestri se poi non si attuano azioni concrete che portano benefici all’intera collettività. Arzenton e Amato hanno sposato in pieno la cultura del fare, quella che alle parole fanno seguire le azioni. (continua dopo la foto )



Questo campionato è la pri…