Passa ai contenuti principali

Trofeo "laDanza" festa per il ventennale della rivista ANMB



A.Mantegna, C.Arzenton, P.L.Petracca, S.Francia

Tecnica, eleganza, serietà e competenza sono le quattro caratteristiche che hanno distinto la prima edizione del Trofeo "laDanza".  Una competizione nata per festeggiare i 20 anni della storica rivista edita dall'Associazione Nazionale Maestri di Ballo.Il presidente ANMB Stefano Francia e l'intero consiglio nazionale hanno da subito sposato l'idea di creare un evento ad hoc per festeggiare la gloriosa rivista dell'associazione. La gara di Anagni non è che l'inizio dei festeggiamenti del ventennale della rivista "laDanza", altri grandi progetti  verranno presentati a breve per continuare a promuovere la danza sportiva, una disciplina completa e armoniosa che per troppi anni è stata la cenerentola della danza.

Massimo Arcolin - Luba Mushtuk Vincitori Over 16 Latin

Gaetano Iavarone e Emanuela Napolitano

Ad Anagni ANMB e FIDA hanno accolto a braccia aperte 215 coppie. Il segretario generale FIDA Alexander Mantegna, il presidente nazionale ANMB Stefano Francia, il segretario nazionale ANMB Pier Luigi Petracca e il vice presidente nominale ANMB Caterina Arzenton sono stati devi e veri e propri padroni di casa che si sono prodigati al massimo per far sentire tutti i presenti a casa loro.  In cartellone nelle due giornate ci sono state gare di Danze Standard, Latino Americane, Liscio Unificato e Ballo da sala, Caraibici, Coreographic Team e danze Artistiche. Oltre 445 discipline per presentare performance di qualità tecnica e raffinata eleganza. Dai bambini ai senior tutti hanno potuto godere del proprio momento con grande serenità e supporto da parte del numeroso pubblico.
Nelle 28 ore di competizioni i riflettori erano puntati sulle gare Under 15, Over 16, Over 35 e Over 46 Standard  e Latino Americane, per le quali ANMB e FIDA hanno suddiviso un montepremi di 4.000 euro.
I 55 giudici convocati hanno valutato in maniera imparziale e professionale le varie discipline che si sono susseguite sulla pista del Palasport di Anagni allestito egregiamente grazie al duri lavoro svolto da una squadra di colleghi che non si tira mai indietro quando si tratta di lavorare. Per tutta la giornata di venerdì, mentre si svolgeva il Workshop, i maestri Fabio Masi (ndr consigliere nazionale ANMB), Ferruccio Volpari, Simone Masi, Achille Nobili, Antonio Mantegna si sono dati da fare per trasformare in una calda ballroom  un freddo palazzetto. Nelle due giornate lo staff tecnico è stato diretto magistralmente dal veterano e Presidente Onorario ANMB Giovanni Nicoli affiancato la domenica dall'eccellente maestro capitolino Fabio Locatelli. A scandire i tempi dell'intera manifestazione, invece, ci hanno pensato due voci ufficiali  FIDA e ANMB, i consiglieri nazionali ANMB Aldo Angileri e Gianni Ventura ritmati dalle eccellenti scelte musicali di un'altro consigliere Stefano Ripepi il quale ha presentato una selezione musicali di raffinata ambientazione blackpoolliana.
Caterina Arzton e Stefano Francia (Presidente e Vice Presidente ANMB)
L'atmosfera serena e rilassata ha consentito uno svolgimento ottimale delle competizioni. I ballerini provenienti da ogni parte d'Italia e iscritti alle varie federazioni sono stati i veri protagonisti. Sin dal primo momento sulla pagina facebook della nostra rivista (clicca qui) abbiamo ripetuto l'esperimento del WDF di Lecce, creando un collegamento virtuale con tutti voi che non potevate, per vari motivi, stare ad Anagni con tutti noi a festeggiare. Abbiamo cercato, nel nostro piccolo, di rendervi partecipi raccontandovi quello che stava accadendo nella ballroom della città dei papi. L'unico modo per essere imparziali e allo stesso modo veritieri è stato quello di usare il linguaggio veloce e schietto delle foto. Attraverso una gallery dettagliata vi abbiamo informato usando la comunicazione non verbale del body language dei ballerini che senza usare la parola esprime ogni tipo di emozione e sentimento. Una comunicazione fatta con sincerità e amore nel rispetto di coloro che hanno partecipato allo show de "laDanza". Nel giro di qualche ora ci siamo resi conto che questo tipo di comunicazione è molto efficace e riscuote maggiori consensi.
Il trofeo "laDanza" possiamo dire che  è stato l'evento d'inaugurazione dei festeggiamenti della nostra rivista, festeggiamenti che continueranno a Cervia con la mostra fotografica "Scatto di Danza" e il FestivalDanza. Nel complimentarmi con tutti i ballerini  voglio incitarvi a fare di più e meglio. Sapete perché?
Perché con questo evento avete iniziato a scrivere la storia dei prossimi 20 anni de "laDanza", una storia dove non c'è ruolo per le comparse, ma solo per attori protagonisti come voi. Complimenti!!!

"ladanzatelematica.it" -  "laDanza"

Post popolari in questo blog

Riccardo e Yulia: “pensare come un ballerino e allenarsi come se fosse l’ultima volta” Intervista esclusiva ai campioni del Mondo Professional Latin WDC.

Riccardo Cocchi (Terni, 7 dicembre 1976) e Yulia Zagoruychenko (Belgorod Russia, 11 settembre 1981), due vite unite dalla passione per le danze Latino Americane. Italia e Russia, solarità e rigore, hanno creato una coppia eccezionale  prima nel ballo e poi nella vita privata. Da giugno scorso Riccardo e Yulia si sono uniti in matrimonio con una festa degna delle star americane. Sito web 

Da oltre 30 anni Yulia e Ricardo studiano danza. Yulia nel rigore della scuola russa, Riccardo in Italia a Terni dove la passione di mamma e papà Cocchi ha contagiato l’ “enfant prodige”  Riccardo. Come tanti ballerini, anche Riccardo, ha iniziato con il liscio unificato e ballo da sala, per poi scegliere definitivamente le danze Latino Americane. Nel 1998 (ndr. dopo Sara  Mardegan e Barbara Mancuso) incontra l’australiana Joanne Wilkinson con la quale sotto la guida dei migliori maestri tra cui il campione del mondo Espen Salberg conquista tutti i titoli nazionali più importanti fino alla medaglia d’…

Moldavia, Russia e Italia, bloccano la finale degli Europei WDC Latin Professional. Giovani promesse Italiane FIDA conquistano Blackpool Junior.

La finale del Campionato Europeo WDC Professional Latin 2017 è stato dominato dalla Russia e l’Italia, tre coppie Russe e tre coppie Italiane. Sul Podio Dorin Frecautanu & Marina Sergeeva, Kirill Belorukov & Polina Teleshova, Nikita Brovko & Olga Urumova , tallonate dalle italiane Nino Langella & Andra Vaidilaite, Emanuele Soldi e Elisa Nasato, Massimo Arcolin Laura Zmajkovicova, ultime due Professionisti FIDA. Con stupore l’esclusione dalla semifinale di Stefano Moriondo & Daria Glukhova, coppia meritevole e forse penalizzata per colpe non proprie .


Il Palazzo del Cremlino nel cuore di Mosca è stata la cornice perfetta per ospitare uno spettacolare Campionato Europeo di Danze Latino Americane. L’organizzazione è stata affidata alla Federazione Russa dei professionisti presieduta dal maestro Stanislav Popov, il quale ha ricoperto egregiamente il ruolo di Maestro di Cerimonie, le coppie iscritte si sono esibite su musiche live eseguite da due band: "Seven Winds&…

Trofeo Tuscia: Successo e professionalità decretano la leadership nel Centro Italia