Passa ai contenuti principali

RECENSIONE DAVIDE MAGGIO .IT


“L’ITALIA CHE NON SAI” ACCENDE LA DOMENICA POMERIGGIO DI RAI1 CON SEMPLICITA’ E UN PIZZICO DI GLAMOUR


articolo pubblicato su DAVIDE MAGGIO.IT

domenica 15 luglio 2012 18:48 Mario Manca

Colori caldi, musiche dance e un’atmosfera da cartolina sono gli ingredienti base del nuovo programma itinerante di Rai 1 L’Italia che non sai condotto dall’ex Miss ItaliaClaudia Andreatti, la brasiliana Natalia Borges e l’ex gieffina Enrica Saraniti, al suo debutto da presentatrice. La formula è una delle più collaudate e tradizionali: turisti per caso alla scoperta delle tradizioni e delle bellezze del Belpaese. Ma L’Italia che non sai ha una marcia in più: punta su ragazze giovani, belle, glamour, armate di iPad e di simpatia per trasportare lo spettatore in un mondo magico e accattivante, che sembra uscito da una delle ultime pellicole di Woody Allen.
E così eccoci a Frascati, dove le ragazze si danno alla pazza gioia visitando ilPalazzo dell’Episcopio, assaggiando la famigerata porchetta del posto e sorseggiando il Frascati Doc e anche impastando, con un simpatico fornaio, il morbido e croccante pane della ridente cittadina. Non solo cibo e cultura, ma anche interviste a personaggi curiosi e divertenti come l’attore Salvatore Marino, cresciuto in quel di Monferrata, e Claudio, grande amico di Federico Fellini e gestore di un ristorante molto in voga ai tempi de La Dolce Vita, che ci rende partecipi delle prelibatezze preferite dal Maestro. Il tutto incorniciato da riprese suggestive e rapide, eliminando i tempi morti e la noia che una trasmissione del genere potrebbe suscitare soffermandosi eccessivamente sui particolari.
In attesa del debutto di Pippo Baudo sulla terza rete dal prossimo autunno conViaggio in Italia e dopo i recenti format lanciati dal digitale di That’s Italia su La7dcon Filippa Lagerback e Pino Strabioli e Road Italy su Rai5, le tre peperine diRai1 confezionano un programma leggero, veloce e vivace che ci terrà compagnia per sole tre puntate, sperando in una risposta affermativa da parte di un pubblico stremato dal caldo e da una programmazione televisiva estiva opaca e monotona.Viene da chiedersi: il Pippo nazionale troverà difficoltà a impiantare in maniera originale il suo Viaggio in Italia o certi esperimenti televisivi estivi potrebbero preparare il terreno per il suo format assicurandogli un’accoglienza interessata e già rodata?

Post popolari in questo blog

Moldavia, Russia e Italia, bloccano la finale degli Europei WDC Latin Professional. Giovani promesse Italiane FIDA conquistano Blackpool Junior.

La finale del Campionato Europeo WDC Professional Latin 2017 è stato dominato dalla Russia e l’Italia, tre coppie Russe e tre coppie Italiane. Sul Podio Dorin Frecautanu & Marina Sergeeva, Kirill Belorukov & Polina Teleshova, Nikita Brovko & Olga Urumova , tallonate dalle italiane Nino Langella & Andra Vaidilaite, Emanuele Soldi e Elisa Nasato, Massimo Arcolin Laura Zmajkovicova, ultime due Professionisti FIDA. Con stupore l’esclusione dalla semifinale di Stefano Moriondo & Daria Glukhova, coppia meritevole e forse penalizzata per colpe non proprie .


Il Palazzo del Cremlino nel cuore di Mosca è stata la cornice perfetta per ospitare uno spettacolare Campionato Europeo di Danze Latino Americane. L’organizzazione è stata affidata alla Federazione Russa dei professionisti presieduta dal maestro Stanislav Popov, il quale ha ricoperto egregiamente il ruolo di Maestro di Cerimonie, le coppie iscritte si sono esibite su musiche live eseguite da due band: "Seven Winds&…

Trofeo Tuscia: Successo e professionalità decretano la leadership nel Centro Italia

Colleferro. Campionato assoluto Italiano Amateur League WDC Italy- Fida e Fida Italia mettono in pista la qualità.

FIDA, FIDAItalia, Fida Professional e AIMB, per la prima volta si sono incontrate e confrontate a Colleferro in un clima di distensione e armonia. Caterina Arzenton, padrona di casa, e vice presidente FIDA ha accolto il presidente FIDA-AIMBNicola Amato, i due nel reciproco rispetto e affetto hanno espresso pubblicamente la soddisfazione di aver unito le due federazioni per lo sviluppo della danza in Italia, mettendo in prima linea i ballerini in molti iscritti a questo primo Campionato Assoluto Italiano WDC Amateur League WDC-Italy. In un momento delicato, come quello che sta vivendo la nostra nazione nel settore danza, i due dirigenti hanno dichiarato pubblicamente che a poco servono proclami o parole enfatiche per reclutare ballerini e maestri se poi non si attuano azioni concrete che portano benefici all’intera collettività. Arzenton e Amato hanno sposato in pieno la cultura del fare, quella che alle parole fanno seguire le azioni. (continua dopo la foto )



Questo campionato è la pri…