Passa ai contenuti principali

RECENSIONE DAVIDE MAGGIO .IT


“L’ITALIA CHE NON SAI” ACCENDE LA DOMENICA POMERIGGIO DI RAI1 CON SEMPLICITA’ E UN PIZZICO DI GLAMOUR


articolo pubblicato su DAVIDE MAGGIO.IT

domenica 15 luglio 2012 18:48 Mario Manca

Colori caldi, musiche dance e un’atmosfera da cartolina sono gli ingredienti base del nuovo programma itinerante di Rai 1 L’Italia che non sai condotto dall’ex Miss ItaliaClaudia Andreatti, la brasiliana Natalia Borges e l’ex gieffina Enrica Saraniti, al suo debutto da presentatrice. La formula è una delle più collaudate e tradizionali: turisti per caso alla scoperta delle tradizioni e delle bellezze del Belpaese. Ma L’Italia che non sai ha una marcia in più: punta su ragazze giovani, belle, glamour, armate di iPad e di simpatia per trasportare lo spettatore in un mondo magico e accattivante, che sembra uscito da una delle ultime pellicole di Woody Allen.
E così eccoci a Frascati, dove le ragazze si danno alla pazza gioia visitando ilPalazzo dell’Episcopio, assaggiando la famigerata porchetta del posto e sorseggiando il Frascati Doc e anche impastando, con un simpatico fornaio, il morbido e croccante pane della ridente cittadina. Non solo cibo e cultura, ma anche interviste a personaggi curiosi e divertenti come l’attore Salvatore Marino, cresciuto in quel di Monferrata, e Claudio, grande amico di Federico Fellini e gestore di un ristorante molto in voga ai tempi de La Dolce Vita, che ci rende partecipi delle prelibatezze preferite dal Maestro. Il tutto incorniciato da riprese suggestive e rapide, eliminando i tempi morti e la noia che una trasmissione del genere potrebbe suscitare soffermandosi eccessivamente sui particolari.
In attesa del debutto di Pippo Baudo sulla terza rete dal prossimo autunno conViaggio in Italia e dopo i recenti format lanciati dal digitale di That’s Italia su La7dcon Filippa Lagerback e Pino Strabioli e Road Italy su Rai5, le tre peperine diRai1 confezionano un programma leggero, veloce e vivace che ci terrà compagnia per sole tre puntate, sperando in una risposta affermativa da parte di un pubblico stremato dal caldo e da una programmazione televisiva estiva opaca e monotona.Viene da chiedersi: il Pippo nazionale troverà difficoltà a impiantare in maniera originale il suo Viaggio in Italia o certi esperimenti televisivi estivi potrebbero preparare il terreno per il suo format assicurandogli un’accoglienza interessata e già rodata?

Post popolari in questo blog

Addio ad Elisabetta Terabust

All'età di 71 anni è morta a Roma Elisabetta Terabust una delle più importanti stelle della danza internazionale.  Nominata étoile all'Opera di Roma, aveva trascorso parte della sua carriera all'English National Ballet. Ho avuto la fortuna di conoscerla nel 2012 in un concorso di danza a Narni, in quell'occasione il danzatore Emanuele Burrafato presentò la sua biografia intitolata "Elisabetta Terabust, L'assillo della perfezione".  Per capire il carisma e la generosità di questa grande étoile ripropongo l'intervista che le fece sul mio palcoscenico radiofonico "On The Stage" era il 19 gennaio del 2012.  Grazie Elisabetta! 




Riccardo e Yulia: “pensare come un ballerino e allenarsi come se fosse l’ultima volta” Intervista esclusiva ai campioni del Mondo Professional Latin WDC.

Riccardo Cocchi (Terni, 7 dicembre 1976) e Yulia Zagoruychenko (Belgorod Russia, 11 settembre 1981), due vite unite dalla passione per le danze Latino Americane. Italia e Russia, solarità e rigore, hanno creato una coppia eccezionale  prima nel ballo e poi nella vita privata. Da giugno scorso Riccardo e Yulia si sono uniti in matrimonio con una festa degna delle star americane. Sito web 

Da oltre 30 anni Yulia e Ricardo studiano danza. Yulia nel rigore della scuola russa, Riccardo in Italia a Terni dove la passione di mamma e papà Cocchi ha contagiato l’ “enfant prodige”  Riccardo. Come tanti ballerini, anche Riccardo, ha iniziato con il liscio unificato e ballo da sala, per poi scegliere definitivamente le danze Latino Americane. Nel 1998 (ndr. dopo Sara  Mardegan e Barbara Mancuso) incontra l’australiana Joanne Wilkinson con la quale sotto la guida dei migliori maestri tra cui il campione del mondo Espen Salberg conquista tutti i titoli nazionali più importanti fino alla medaglia d’…

WDC Pro Championships. Riccardo & Yulia, l'ottava meraviglia del mondo. Andrea e Sara campioni d'Europa.

L’isola Penang, soprannominata la “Perla d’Oriente” e gioiello della Malesia ha ospitato nel Setia Spice Convention Center l’edizione numero 60 dei Campionati del Mondo WDC professionisti Latino Americani. Oltre 50 coppie hanno ballato per diventare campioni del mondo o quanto meno suoperare più turni possibili per entrare nelle due fasi più im portante della gara, semi e finale. La giuria di altissimo livello guidata da Hannes Emrich (Austria) e composta da Vibeke Toft (USA), Carmen (Germania), David Sycamore (Inghilterra), Andrej Skufca (Slovenia), Warren Brown (Scozia), Wenqing Luo (Cina), Hanna Kartunnen (Finlandia), Luka Fanni (Italia) , Sam Kuwabara (Giappone), Igor Mikhalkov (Russia), Chin Yeap Yen (Malesia) ha lavorato rigorosamente per assegnare i piazzamenti nella classifica finale, piazzamenti che andranno a cambiare il futuro di ogni coppia partecipante.

Già dai primi turni del mondiale WDC Pro Latinorganizzato dalla Malesia Ballroom Dancers Association, sotto la guida del…