Passa ai contenuti principali

Giovanni Paolo II e Roma: Memoria e Gratitudine.



Troppi ricordi. Troppe emozioni. Troppa devozione, mi avvicinano alla figura di Giovanni Paolo II. Quando. Roma Capitale, nella persona del dottor Gianluca Scarnicci mi ha offerto di realizzare un concerto in onore del futuro beato subito mi sono chiesto: Ne sarò capace? E’ una figura così importante, così complessa, perchè proprio io? E la risposta me la diete in quel preciso istante proprio il dotto Scarnicci, dicendomi: “Sai ci piacerebbe una concerto simile a quello di Madre Teresa di Calcutta che hai fatto a Natale”.
“10 Stelle per Madre Teresa” (concerto evento preparato in occasione dei 100 anni dalla nascita della beata di Calcutta e andato in onda su RaiUno la notte di Natale 2010) ha lasciato in me un segno molto importante. In quel concerto di Natale 2010, per la prima volta, ho capito il legame che c’era tra Giovanni Paolo II e Madre Teresa un legame fatto di devozione, altruismo e rispetto per il prossimo. Regole semplici che appartengono all’ evangelizzazione moderna di questi due apostoli che Dio ci ha donato per guardare con occhio benevolo questo travagliato millennio, insegnandoci ad avere fiducia nel futuro.
Nella vita mi piace condividere gioie e tristezze con le persone più care, la mia famiglia, i miei amici. Allora ho chiesto ai miei genitori e Stefano, Laura, Lino un loro parere e come al solito mi hanno risposto con un ondata di energia positiva che solo chi ti vuole bene lascia scorrere come un fiume in piena. Accetto e iniziamo a lavorare.
Io, Laura Muzzupappa e Lino Alecci, coadiuvati da professionisti altamente qualificati come Il Maestro Bruno Santori nel ruolo di direttore d’orchestra, Stefano Francia Supervisor dell’evento, Chiara Pierretti, Chiara Locatelli, Micol Palmieri abbiamo costruito un evento per Roma. Testimonianze illustri come i Cardinali Camillo Ruini e Agostino Vallini, il rabbino capo Riccardo Di Segni, Il postulatore Slawomir Oder, il fotografo Arturo Mari unite alle esibizioni dei più grandi artisti del panorama italiano. Amedeo Minghi, Micaela, Roby Facchinetti, Francesco Renga, Mariella Nava, Matia Bazar, Irene Fornaciari, Nomadi, PFM, Tosca, Silvia Lorenzi, Romolo Tisano, Anna Tifu, e la piccola Elisa Latini, ci hanno permesso di raccontare la figura più importante del XX secolo.
Giovanni Paolo II.
Memoria e Gratitudine sono i segni tangibili del suo passaggio a Roma e della sua forza di libertà che ha insegnato a tutti noi.

TG1 - Concerto per il Papa

Post popolari in questo blog

Moldavia, Russia e Italia, bloccano la finale degli Europei WDC Latin Professional. Giovani promesse Italiane FIDA conquistano Blackpool Junior.

La finale del Campionato Europeo WDC Professional Latin 2017 è stato dominato dalla Russia e l’Italia, tre coppie Russe e tre coppie Italiane. Sul Podio Dorin Frecautanu & Marina Sergeeva, Kirill Belorukov & Polina Teleshova, Nikita Brovko & Olga Urumova , tallonate dalle italiane Nino Langella & Andra Vaidilaite, Emanuele Soldi e Elisa Nasato, Massimo Arcolin Laura Zmajkovicova, ultime due Professionisti FIDA. Con stupore l’esclusione dalla semifinale di Stefano Moriondo & Daria Glukhova, coppia meritevole e forse penalizzata per colpe non proprie .


Il Palazzo del Cremlino nel cuore di Mosca è stata la cornice perfetta per ospitare uno spettacolare Campionato Europeo di Danze Latino Americane. L’organizzazione è stata affidata alla Federazione Russa dei professionisti presieduta dal maestro Stanislav Popov, il quale ha ricoperto egregiamente il ruolo di Maestro di Cerimonie, le coppie iscritte si sono esibite su musiche live eseguite da due band: "Seven Winds&…

Trofeo Tuscia: Successo e professionalità decretano la leadership nel Centro Italia

Colleferro. Campionato assoluto Italiano Amateur League WDC Italy- Fida e Fida Italia mettono in pista la qualità.

FIDA, FIDAItalia, Fida Professional e AIMB, per la prima volta si sono incontrate e confrontate a Colleferro in un clima di distensione e armonia. Caterina Arzenton, padrona di casa, e vice presidente FIDA ha accolto il presidente FIDA-AIMBNicola Amato, i due nel reciproco rispetto e affetto hanno espresso pubblicamente la soddisfazione di aver unito le due federazioni per lo sviluppo della danza in Italia, mettendo in prima linea i ballerini in molti iscritti a questo primo Campionato Assoluto Italiano WDC Amateur League WDC-Italy. In un momento delicato, come quello che sta vivendo la nostra nazione nel settore danza, i due dirigenti hanno dichiarato pubblicamente che a poco servono proclami o parole enfatiche per reclutare ballerini e maestri se poi non si attuano azioni concrete che portano benefici all’intera collettività. Arzenton e Amato hanno sposato in pieno la cultura del fare, quella che alle parole fanno seguire le azioni. (continua dopo la foto )



Questo campionato è la pri…