Passa ai contenuti principali

Anche la danza protagonista del festival di Sanremo.





Nella prima giornata del Festival di Sanremo, la danza è stata una delle protagoniste della kermesse. Grazie alla coreografia di Daniel Ezralow, la scenografia della famiglia castelli prende vita, i ballerini sprigionano la giusta energia per dare vita ad una coreografia innovativa del ballerino statunitense che porta sul palcoscenico dell’Ariston le farfalle d’oro della ginnastica ritmica



Un inizio degno di uno spettacolo in eurovisione, nulla a che vedere (come già scritto nel post “Sanremo è sanremo”) con le due esibizioni delle statuarie presentatrici. Rodriguez ha ballato un tango con il maestro Miguel Angel Zotto.





Mentre, la Canalis sulla scia di Pulp Fiction si è cimentata in un twist con Morandi.










A poco sono serviti i battiti di cuore, o la confusione del corpo di ballo, la loro legnosità purtroppo si è vista tutta, nonostante la bellezza.

Per fortuna che alla fine i tangheri si sono riscattati con una esibizione ricca di virtuosismi caratteristici dei due professionisti Miguel Angel Zotto e Daiana Guspero.



Questa sera, invece, confidiamo nella Pole dance.



Ve la ricordate la diatriba su questa disciplina ad Amici 2010, quando Garofalo per difendere una sua coreografia la definì “l’ultima frontiera della danza sensuale” mentre inorridita, peggio della signorina Rottermaier, la Celentano la descrisse come semplice atto nel dimenarsi contro un palo.



Beh! Questa sera avremmo tutte le risposte. La Federazione Nazionale Pole Dance presenta in eurovisone questa nuova disciplina “sportiva”.



Noi della rivista La Danza ce ne eravamo occupati a suo tempo con scarso riscontro da parte dei nostri lettori. Forse, questa sera, potremmo vedere l’evoluzione della pole dance italiana, e chissà che dall’Ariston dopo il Burlesque, e dopo un Bosco per Kyoto non si lancerà anche la Pole Dance, nuovo stili di seduzione tutto al femminile, naturalmente nel rispetto delle quote rosa…

Post popolari in questo blog

Moldavia, Russia e Italia, bloccano la finale degli Europei WDC Latin Professional. Giovani promesse Italiane FIDA conquistano Blackpool Junior.

La finale del Campionato Europeo WDC Professional Latin 2017 è stato dominato dalla Russia e l’Italia, tre coppie Russe e tre coppie Italiane. Sul Podio Dorin Frecautanu & Marina Sergeeva, Kirill Belorukov & Polina Teleshova, Nikita Brovko & Olga Urumova , tallonate dalle italiane Nino Langella & Andra Vaidilaite, Emanuele Soldi e Elisa Nasato, Massimo Arcolin Laura Zmajkovicova, ultime due Professionisti FIDA. Con stupore l’esclusione dalla semifinale di Stefano Moriondo & Daria Glukhova, coppia meritevole e forse penalizzata per colpe non proprie .


Il Palazzo del Cremlino nel cuore di Mosca è stata la cornice perfetta per ospitare uno spettacolare Campionato Europeo di Danze Latino Americane. L’organizzazione è stata affidata alla Federazione Russa dei professionisti presieduta dal maestro Stanislav Popov, il quale ha ricoperto egregiamente il ruolo di Maestro di Cerimonie, le coppie iscritte si sono esibite su musiche live eseguite da due band: "Seven Winds&…

Trofeo Tuscia: Successo e professionalità decretano la leadership nel Centro Italia

Colleferro. Campionato assoluto Italiano Amateur League WDC Italy- Fida e Fida Italia mettono in pista la qualità.

FIDA, FIDAItalia, Fida Professional e AIMB, per la prima volta si sono incontrate e confrontate a Colleferro in un clima di distensione e armonia. Caterina Arzenton, padrona di casa, e vice presidente FIDA ha accolto il presidente FIDA-AIMBNicola Amato, i due nel reciproco rispetto e affetto hanno espresso pubblicamente la soddisfazione di aver unito le due federazioni per lo sviluppo della danza in Italia, mettendo in prima linea i ballerini in molti iscritti a questo primo Campionato Assoluto Italiano WDC Amateur League WDC-Italy. In un momento delicato, come quello che sta vivendo la nostra nazione nel settore danza, i due dirigenti hanno dichiarato pubblicamente che a poco servono proclami o parole enfatiche per reclutare ballerini e maestri se poi non si attuano azioni concrete che portano benefici all’intera collettività. Arzenton e Amato hanno sposato in pieno la cultura del fare, quella che alle parole fanno seguire le azioni. (continua dopo la foto )



Questo campionato è la pri…