Passa ai contenuti principali

Anche la danza protagonista del festival di Sanremo.





Nella prima giornata del Festival di Sanremo, la danza è stata una delle protagoniste della kermesse. Grazie alla coreografia di Daniel Ezralow, la scenografia della famiglia castelli prende vita, i ballerini sprigionano la giusta energia per dare vita ad una coreografia innovativa del ballerino statunitense che porta sul palcoscenico dell’Ariston le farfalle d’oro della ginnastica ritmica



Un inizio degno di uno spettacolo in eurovisione, nulla a che vedere (come già scritto nel post “Sanremo è sanremo”) con le due esibizioni delle statuarie presentatrici. Rodriguez ha ballato un tango con il maestro Miguel Angel Zotto.





Mentre, la Canalis sulla scia di Pulp Fiction si è cimentata in un twist con Morandi.










A poco sono serviti i battiti di cuore, o la confusione del corpo di ballo, la loro legnosità purtroppo si è vista tutta, nonostante la bellezza.

Per fortuna che alla fine i tangheri si sono riscattati con una esibizione ricca di virtuosismi caratteristici dei due professionisti Miguel Angel Zotto e Daiana Guspero.



Questa sera, invece, confidiamo nella Pole dance.



Ve la ricordate la diatriba su questa disciplina ad Amici 2010, quando Garofalo per difendere una sua coreografia la definì “l’ultima frontiera della danza sensuale” mentre inorridita, peggio della signorina Rottermaier, la Celentano la descrisse come semplice atto nel dimenarsi contro un palo.



Beh! Questa sera avremmo tutte le risposte. La Federazione Nazionale Pole Dance presenta in eurovisone questa nuova disciplina “sportiva”.



Noi della rivista La Danza ce ne eravamo occupati a suo tempo con scarso riscontro da parte dei nostri lettori. Forse, questa sera, potremmo vedere l’evoluzione della pole dance italiana, e chissà che dall’Ariston dopo il Burlesque, e dopo un Bosco per Kyoto non si lancerà anche la Pole Dance, nuovo stili di seduzione tutto al femminile, naturalmente nel rispetto delle quote rosa…

Post popolari in questo blog

Riccardo e Yulia: “pensare come un ballerino e allenarsi come se fosse l’ultima volta” Intervista esclusiva ai campioni del Mondo Professional Latin WDC.

Riccardo Cocchi (Terni, 7 dicembre 1976) e Yulia Zagoruychenko (Belgorod Russia, 11 settembre 1981), due vite unite dalla passione per le danze Latino Americane. Italia e Russia, solarità e rigore, hanno creato una coppia eccezionale  prima nel ballo e poi nella vita privata. Da giugno scorso Riccardo e Yulia si sono uniti in matrimonio con una festa degna delle star americane. Sito web 

Da oltre 30 anni Yulia e Ricardo studiano danza. Yulia nel rigore della scuola russa, Riccardo in Italia a Terni dove la passione di mamma e papà Cocchi ha contagiato l’ “enfant prodige”  Riccardo. Come tanti ballerini, anche Riccardo, ha iniziato con il liscio unificato e ballo da sala, per poi scegliere definitivamente le danze Latino Americane. Nel 1998 (ndr. dopo Sara  Mardegan e Barbara Mancuso) incontra l’australiana Joanne Wilkinson con la quale sotto la guida dei migliori maestri tra cui il campione del mondo Espen Salberg conquista tutti i titoli nazionali più importanti fino alla medaglia d’…

Moldavia, Russia e Italia, bloccano la finale degli Europei WDC Latin Professional. Giovani promesse Italiane FIDA conquistano Blackpool Junior.

La finale del Campionato Europeo WDC Professional Latin 2017 è stato dominato dalla Russia e l’Italia, tre coppie Russe e tre coppie Italiane. Sul Podio Dorin Frecautanu & Marina Sergeeva, Kirill Belorukov & Polina Teleshova, Nikita Brovko & Olga Urumova , tallonate dalle italiane Nino Langella & Andra Vaidilaite, Emanuele Soldi e Elisa Nasato, Massimo Arcolin Laura Zmajkovicova, ultime due Professionisti FIDA. Con stupore l’esclusione dalla semifinale di Stefano Moriondo & Daria Glukhova, coppia meritevole e forse penalizzata per colpe non proprie .


Il Palazzo del Cremlino nel cuore di Mosca è stata la cornice perfetta per ospitare uno spettacolare Campionato Europeo di Danze Latino Americane. L’organizzazione è stata affidata alla Federazione Russa dei professionisti presieduta dal maestro Stanislav Popov, il quale ha ricoperto egregiamente il ruolo di Maestro di Cerimonie, le coppie iscritte si sono esibite su musiche live eseguite da due band: "Seven Winds&…

Trofeo Tuscia: Successo e professionalità decretano la leadership nel Centro Italia