Passa ai contenuti principali

Festival Un Bosco per Kyoto






Campagna internazionale sull’educazione alla difesa delle foreste e all’informazione sul Protocollo di Kyoto.

PREMIO 2010 CON L'ADESIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

UN BOSCO PER KYOTO è un premio internazionale assegnato ogni anno a personalità scientifiche e politiche che più di altre si sono distinte nella tutela dell'ambiente e della qualità dell'aria nel loro Paese.
In particolare, il riconoscimento viene assegnato a chi ha adottato o pubblicizzato sistemi per il risparmio energetico e per la riduzione dei gas serra nell'atmosfera.
Il premio ogni anno viene assegnato a Roma, presso la prestigiosa sala della Protomoteca in Campidoglio, dal Ministro all'Ambiente Italiano e da altre personalità di valore internazionale.

L’Accademiakronos con la collaborazione della Always record edizioni musicali Pomodoro Studio e il patrocinio dell’ANMB (Associazione Nazionale Maestri di Ballo) bandisce la 1° Edizione del PREMIO culturale artistico “Un Bosco per Kyoto”.

“Un Bosco per Kyoto” è rivolto al mondo della musica, della danza e della poesia. La partecipazione non prevede limiti di età – ad eccezione della danza - né vincoli di nazionalità. Il tema di ogni opera presentata deve contenere un messaggio di sensibilizzazione a favore della difesa dell’ambiente. L’obiettivo è la divulgazione al rispetto ambientale attraverso la musica come espressione universale, la danza come linguaggio del corpo e la poesia come manifestazione dell’anima.

IL PREMIO “UN BOSCO PER KYOTO” si svolgerà al Teatro ARISTON DI SANREMO.

I FINALISTI VERRANNO PREMIATI AL CAMPIDOGLIO DAL MINISTRO DELL’AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO O DA ALTRE PERSONALITÀ DI VALORE INTERNAZIONALE.

http://www.festivalunboscoperkyoto.it

Post popolari in questo blog

Riccardo e Yulia: “pensare come un ballerino e allenarsi come se fosse l’ultima volta” Intervista esclusiva ai campioni del Mondo Professional Latin WDC.

Riccardo Cocchi (Terni, 7 dicembre 1976) e Yulia Zagoruychenko (Belgorod Russia, 11 settembre 1981), due vite unite dalla passione per le danze Latino Americane. Italia e Russia, solarità e rigore, hanno creato una coppia eccezionale  prima nel ballo e poi nella vita privata. Da giugno scorso Riccardo e Yulia si sono uniti in matrimonio con una festa degna delle star americane. Sito web 

Da oltre 30 anni Yulia e Ricardo studiano danza. Yulia nel rigore della scuola russa, Riccardo in Italia a Terni dove la passione di mamma e papà Cocchi ha contagiato l’ “enfant prodige”  Riccardo. Come tanti ballerini, anche Riccardo, ha iniziato con il liscio unificato e ballo da sala, per poi scegliere definitivamente le danze Latino Americane. Nel 1998 (ndr. dopo Sara  Mardegan e Barbara Mancuso) incontra l’australiana Joanne Wilkinson con la quale sotto la guida dei migliori maestri tra cui il campione del mondo Espen Salberg conquista tutti i titoli nazionali più importanti fino alla medaglia d’…

WDC Pro Championships. Riccardo & Yulia, l'ottava meraviglia del mondo. Andrea e Sara campioni d'Europa.

L’isola Penang, soprannominata la “Perla d’Oriente” e gioiello della Malesia ha ospitato nel Setia Spice Convention Center l’edizione numero 60 dei Campionati del Mondo WDC professionisti Latino Americani. Oltre 50 coppie hanno ballato per diventare campioni del mondo o quanto meno suoperare più turni possibili per entrare nelle due fasi più im portante della gara, semi e finale. La giuria di altissimo livello guidata da Hannes Emrich (Austria) e composta da Vibeke Toft (USA), Carmen (Germania), David Sycamore (Inghilterra), Andrej Skufca (Slovenia), Warren Brown (Scozia), Wenqing Luo (Cina), Hanna Kartunnen (Finlandia), Luka Fanni (Italia) , Sam Kuwabara (Giappone), Igor Mikhalkov (Russia), Chin Yeap Yen (Malesia) ha lavorato rigorosamente per assegnare i piazzamenti nella classifica finale, piazzamenti che andranno a cambiare il futuro di ogni coppia partecipante.

Già dai primi turni del mondiale WDC Pro Latinorganizzato dalla Malesia Ballroom Dancers Association, sotto la guida del…

Addio ad Elisabetta Terabust

All'età di 71 anni è morta a Roma Elisabetta Terabust una delle più importanti stelle della danza internazionale.  Nominata étoile all'Opera di Roma, aveva trascorso parte della sua carriera all'English National Ballet. Ho avuto la fortuna di conoscerla nel 2012 in un concorso di danza a Narni, in quell'occasione il danzatore Emanuele Burrafato presentò la sua biografia intitolata "Elisabetta Terabust, L'assillo della perfezione".  Per capire il carisma e la generosità di questa grande étoile ripropongo l'intervista che le fece sul mio palcoscenico radiofonico "On The Stage" era il 19 gennaio del 2012.  Grazie Elisabetta!