Passa ai contenuti principali

Sulla croisette ritornano i miti.






Dopo la reunion da premio Oscar per il regista Oliver Stone e l’attore Michael Douglas, Alain Delon con la figlia Arounka Delone e Caludia CArdinale, George Lucas e Martin Scorsese, sul red carpet sono apparsi anche Salma Hayek e Camille Belle e i giurati Kate Beckinsale e Benicio Del Toro.
Nel week-end Cannes parla inglese. Mentre le temperature oscillano intorno ai 20 gradi e il sole fa capolino, di tanto in tanto, dalle nuvole, sul red carpet si dovrebbe accendere stelle come Anthony Hopkins, Naomi Watts e Antonio Banderas.



Nella giornata di oggi, attesa per “Another year” di Mike Leigh film in concorso per la Selezione ufficiale alle 63 mostra del cinema.



La pellicola, numero 13 per il regista di Lancaster, ispeziona lo scorrere del tempo, delle stagioni e della vita. Un racconto che riporta con se i profumi delicati e sinceri di “Segreti e Bugie” del 1996.

In anteprima e fuori concorso, l’ultima fatica londinese di Woody Allen “You will meet a tall dark stranger”.



Commedia romantica con rapporti familiari di sfondo in un film corale con protagonisti Anthony Hopkins, Naomi Watts e Antonio Banderas.



Nelle sezioni collaterali, per A certain regard giochi di seduzione, rapporti di coppia e destino in "Unter di die Stadt" (The city below) del tedesco Christoph Hochhausler.



Amicizia e amore in un triangolo amoroso all’insegna del fantastico nella pellicola francese Les amour imaginaires (Heartbeats) di Xavier Dolan,



Per le proiezioni notturne (Séance de Minuit) l’attesa è per la cronaca delle imprese sessuali di un gruppo di studenti nel trasgressivo Kaboom del regista Greg Araki autore del controverso Doom Generation.



Un altro documentario italiano fa capolino nella Quinzaine domenica. Le Quattro Volte di Michelangelo Frammartino è ambientato nell'Appennino calabrese e in quattro episodi fa un excursus etnografico di quei luoghi.



A sconvolgere la patinatissima immagine della Croisette sono arrivate delle scatenate ragazze zombie mezze nude e cosparse di sangue che hanno presentato il dvd del film 'Zombie Women of Satan', che uscirà in Inghilterra il 21 giugno.



Infine continua a destare sorpresa lo stand della Millenium Films in cui era presente il volantino promozionale di Rambo V in uscita nel 2011, anche se Stallone aveva assicurato al 99% che la pellicola non si sarebbe fatta. Un ritorno al passato guardando al futuro… E in attesa di vedere come un over 60 combatterà le forze del presente vi propongo la scena finale di Rambo I.

Post popolari in questo blog

Riccardo e Yulia: “pensare come un ballerino e allenarsi come se fosse l’ultima volta” Intervista esclusiva ai campioni del Mondo Professional Latin WDC.

Riccardo Cocchi (Terni, 7 dicembre 1976) e Yulia Zagoruychenko (Belgorod Russia, 11 settembre 1981), due vite unite dalla passione per le danze Latino Americane. Italia e Russia, solarità e rigore, hanno creato una coppia eccezionale  prima nel ballo e poi nella vita privata. Da giugno scorso Riccardo e Yulia si sono uniti in matrimonio con una festa degna delle star americane. Sito web 

Da oltre 30 anni Yulia e Ricardo studiano danza. Yulia nel rigore della scuola russa, Riccardo in Italia a Terni dove la passione di mamma e papà Cocchi ha contagiato l’ “enfant prodige”  Riccardo. Come tanti ballerini, anche Riccardo, ha iniziato con il liscio unificato e ballo da sala, per poi scegliere definitivamente le danze Latino Americane. Nel 1998 (ndr. dopo Sara  Mardegan e Barbara Mancuso) incontra l’australiana Joanne Wilkinson con la quale sotto la guida dei migliori maestri tra cui il campione del mondo Espen Salberg conquista tutti i titoli nazionali più importanti fino alla medaglia d’…

WDC Pro Championships. Riccardo & Yulia, l'ottava meraviglia del mondo. Andrea e Sara campioni d'Europa.

L’isola Penang, soprannominata la “Perla d’Oriente” e gioiello della Malesia ha ospitato nel Setia Spice Convention Center l’edizione numero 60 dei Campionati del Mondo WDC professionisti Latino Americani. Oltre 50 coppie hanno ballato per diventare campioni del mondo o quanto meno suoperare più turni possibili per entrare nelle due fasi più im portante della gara, semi e finale. La giuria di altissimo livello guidata da Hannes Emrich (Austria) e composta da Vibeke Toft (USA), Carmen (Germania), David Sycamore (Inghilterra), Andrej Skufca (Slovenia), Warren Brown (Scozia), Wenqing Luo (Cina), Hanna Kartunnen (Finlandia), Luka Fanni (Italia) , Sam Kuwabara (Giappone), Igor Mikhalkov (Russia), Chin Yeap Yen (Malesia) ha lavorato rigorosamente per assegnare i piazzamenti nella classifica finale, piazzamenti che andranno a cambiare il futuro di ogni coppia partecipante.

Già dai primi turni del mondiale WDC Pro Latinorganizzato dalla Malesia Ballroom Dancers Association, sotto la guida del…

Addio ad Elisabetta Terabust

All'età di 71 anni è morta a Roma Elisabetta Terabust una delle più importanti stelle della danza internazionale.  Nominata étoile all'Opera di Roma, aveva trascorso parte della sua carriera all'English National Ballet. Ho avuto la fortuna di conoscerla nel 2012 in un concorso di danza a Narni, in quell'occasione il danzatore Emanuele Burrafato presentò la sua biografia intitolata "Elisabetta Terabust, L'assillo della perfezione".  Per capire il carisma e la generosità di questa grande étoile ripropongo l'intervista che le fece sul mio palcoscenico radiofonico "On The Stage" era il 19 gennaio del 2012.  Grazie Elisabetta!